martedì 21 settembre 2010

UNA CASA TRA I LIMONI

Nei primi anni novanta del '900 l'inglese Chris Stewart, eclettico giramondo, giunge nelle Alpujarras, colline ai piedi della Sierra Nevada, estremo sud della Spagna andalusa. Decide che quello è il posto dove passare il resto della sua vita, perciò acquista una fattoria in vendita, El Valero. Insieme alla moglie Ana si trasferisce dall'Inghilterra alla nuova casa in terra straniera. El Valero necessita di importanti lavori di restauro ai quali Chris ed Ana si dedicano da subito con fatica ed impegno, contando anche sull'amichevole aiuto dei vicini, primo tra tutti il valente contadino Domingo. Più tardi popoleranno la fattoria di animali e piante per occuparsi di allevamento ed agricoltura e daranno alla luce la loro prima figlia Chloe.

Queste e molte altre avventure (e disavventure) legate alla prima parte della sua nuova vita in Spagna, Stewart pensa di raccontarle attraverso le pagine di un libro ed è così che nasce Una casa tra i limoni. Il racconto di una fuga dal frastuono della realtà quotidiana, il diario di una vita semplice e a stretto contatto con la natura, la storia di una scoperta: la scoperta della felicità in un piccola comunità rurale dell'Andalusia, composta da persone umili e dal cuore grande, tra cui anche molti stranieri - in particolare inglesi ed olandesi - che come Chris ed Ana hanno deciso di vivere una vita in perfetto stile new age.

Punto di forza di Una casa tra i limoni è lo humor con cui l'autore parla di ogni situazione, rendendo la lettura di questo libro piacevole e divertente. Ma alle dettagliate e, a mio parere, noiose ed inutili spiegazioni dei lavori di manutenzione alla fattoria che si incontrano in alcuni capitoli, personalmente avrei preferito una maggiore celebrazione degli affascinanti scenari andalusi. È un vero peccato che Stewart non abbia insistito su questo punto perché con le descrizioni dei paesaggi ha dimostrato di saper essere molto poetico, riuscendo a coinvolgere emotivamente il lettore.

Il rischio che si corre leggendo questo libro è quello di essere più volte tentati dalla voglia di scappare dalla caotica società moderna per rifugiarsi in mezzo alla natura, in aperta campagna, dove il tempo sembra essersi fermato all'età dell'oro. Magari in uno sperduto angolo di paradiso nascosto nel cuore della Spagna più remota e selvaggia.
VOTO: 3.5/5

Chris Stewart (nella foto a destra, con la moglie Ana), classe 1950, è noto per essere stato il primo batterista dei Genesis. Lascia il gruppo all'età di 17 anni ed inizia a girare il mondo, svolgendo diverse attività: ha lavorato in un circo, ha fatto parte dell'equipaggio di uno yacht in Grecia, ha preso il patentino da pilota a Los Angeles, ha frequentato un corso di cucina francese ed è diventato un tosatore di pecore provetto. All'inizio degli anni novanta si stabilisce con la moglie Ana Exton in Andalusia. Nel 1999 esordisce come scrittore pubblicando Una casa tra i limoni che è stato tradotto in nove lingue ed in Inghilterra ha venduto 850.000 copie. Nel 2002 pubblica Un pappagallo sull'albero del pepe, sequel del primo libro. Ha inoltre contribuito alla stesura della Rough Guide to Andalucìa e della Rough Guide to China. Nel 2007 è stato eletto consigliere comunale (per il partito ecologista Los Verdes de Andalucìa) del paese di Orgiva nel cui territorio risiede.

Titolo: Una casa tra i limoni
Titolo originale: Driving over Lemons. An Optimist in Andalucìa
Autore: Chris Stewart
Traduttore: Stefano Viviani
Editore: TEA (collana Avventure)
Anno: 2002