sabato 1 marzo 2014

In breve: UN PAPPAGALLO SULL'ALBERO DEL PEPE


Dopo Una casa tra i limoni, continua il racconto di Chris Stewart, ex batterista dei Genesis, che ha lasciato l'Inghilterra per trasferirsi in una grande fattoria nella campagna andalusa, a sud di Granada, scegliendo così di vivere una vita immersa nella natura, dedita alla pastorizia e all'agricoltura, tra ruvidi amici, animali più o meno domestici e antiche tradizioni. Nelle pagine di questo libro si susseguono episodi di vita agreste, stralci di un ménage familiare con moglie, figlia e... un pappagallo misantropo e prepotente, e ricordi di un tempo, come quando Stewart suonava con Peter Gabriel o metteva piede per la prima volta in Spagna nel (vano) tentativo di imparare a suonare la chitarra flamenca. Con il suo solito e irresistibile humor, Stewart racconta anche come si è avvicinato alla scrittura, senza però tralasciare le non proprio divertenti disavventure che la vita in un luogo selvaggio e remoto può comportare.

Rispetto a Una casa tra i limoni, Un pappagallo sull'albero del pepe è decisamente più divertente e appassionante. Una lettura leggera, piacevole e briosa. Il messaggio, invece, resta immutato: uno stile di vita semplice e genuino, a stretto contatto con la natura, lontano dal frastuono del mondo, è forse la chiave della vera felicità.
VOTO: 4/5

Chris Stewart e... il pappagallo Porca

Titolo: Un pappagallo sull'albero del pepe
Titolo originale: A parrot in the pepper tree
Autore: Chris Stewart
Traduttore: Giovanni Garbellini
Editore: Tea (collana Avventure)
Anno: 2005

Nessun commento:

Posta un commento