giovedì 1 marzo 2012

SOGNI TRA I FIORI

Ambientato nella Napoli dei giorni nostri, Sogni tra i fiori è un romanzo incentrato sulla figura di Laura, una giovane insegnante di Italiano delle scuole superiori. Distrutta per la fine della storia d’amore con Antonio, un uomo falso e iniquo, Laura ritrova la felicità fra le braccia di Sergio – collega, coetaneo e compaesano bello, generoso e riflessivo – conosciuto per caso su un aereo diretto a New York. L’amore fra i due giovani professori è immediato, insieme condividono interessi, progetti e ideali. Dopo aver affrontato il dolore per l’improvvisa morte della madre, Laura decide di tagliare i ponti con il passato: vende la sua casa incastonata nei quartieri della Napoli bene e con Sergio (con il quale poi convolerà a nozze) si trasferisce in campagna, a Somma Vesuviana, in un villino rustico immerso nella natura rurale. Quando finalmente la serenità e la felicità sembrano essere entrate a far parte della vita di Laura, un segreto inconfessato di Sergio verrà a galla e metterà seriamente in crisi il loro rapporto...

Primo romanzo di Mariagrazia Buonauro, Sogni tra i fiori è un libro che si legge velocemente, grazie anche alla brevità dei capitoli in cui è articolato. L’autrice, da buona docente di Italiano qual è, ha una grandissima padronanza del vocabolario e riesce a mettere insieme le parole con la maestria di una poetessa navigata. È, infatti, un linguaggio colto, poetico e sognante quello utilizzato dalla Buonauro per descrivere scenari e sentimenti: descrizioni dettagliate ma piacevoli e mai tediose. Accurate e profonde sono anche le analisi degli stati d’animo della protagonista, la cui figura è egregiamente delineata. Poco convincenti sono invece i dialoghi: privi di spontaneità, improbabili, troppo formali per essere reali e l’aggiunta di alcuni termini in dialetto napoletano contribuisce a renderli ancora più finti. L’autrice, poi, in alcune pagine indugia troppo su eventi banali (come le faccende quotidiane di Laura) e su personaggi secondari se non addirittura comparse (come i barboni del centro di accoglienza presso cui Sergio presta volontariato, alla cui descrizione sono dedicate ben tre pagine) mentre sorvola e corre nel racconto di una storia d’amore già di per sé nata troppo velocemente (Sergio e Laura ce li ritroviamo fidanzati senza che ce ne rendessimo conto).

Sogni tra i fiori è un libro poco coinvolgente dal punto di vista emotivo, che avrebbe meritato di conoscere sviluppi più intensi. Manca, insomma, di quel non so ché che avrebbe potuto renderlo un travolgente romanzo d’amore. Ma, di là da questi difetti, risulta una lettura gradevole, portatrice di serenità e di messaggi positivi come l’importanza di possedere dei valori e di avere il senso del dovere, della responsabilità, del bello, nonché l’affrontare con coraggio e maturità le situazioni difficili della vita e il piacere di vivere a stretto contatto con le meraviglie del creato.
VOTO: 3/5

Mariagrazia Buonauro è nata e risiede a Marigliano, in provincia di Napoli. Laureata con lode, a ventisette anni è entrata nel mondo della scuola ove ha insegnato Italiano e Latino, Filosofia e Storia. Attualmente è docente di materie letterarie presso il Liceo “ S. Cantone” di Pomigliano d'Arco (provincia di Napoli). Sogni tra i fiori è il suo primo romanzo pubblicato ed è stato insignito di numerosi premi letterari.

La parola all’autrice durante la presentazione del libro presso l’aula magna del liceo “Salvatore Cantone” di Pomigliano d’Arco (Napoli):

Titolo: Sogni tra i fiori
Autore: Mariagrazia Buonauro
Editore: CSA Editrice
Anno: 2010

Nessun commento:

Posta un commento