domenica 30 settembre 2012

CONOSCERE I GIOIELLI. Come sceglierli e portarli

Da sempre Madre Natura, nella sua stupefacente generosità, fornisce all’uomo metalli e gemme affinché egli possa lavorarli secondo la propria creatività. Nascono così i gioielli, vere e proprie opere d’arte al cui fascino è difficile sottrarsi. Ed ecco un libro, dalla copertina très chic, che ci aiuta a conoscerli, amarli, portarli. Ad accompagnarci in questa interessantissima passeggiata nel mondo dei gioielli è Patrizia di Carrobio, grande esperta del settore, che con competenza e passione, con grazia e semplicità e persino con un pizzico di ironia, ci porta alla scoperta delle pietre preziose (diamanti, rubini, zaffiri, smeraldi) e di quelle semipreziose (dall’acquamarina all’ametista, dalla giada al corallo), passando per le perle. Non mancano gli accenni ai gioielli fantasia (ovvero la bigiotteria), ai gioielli falsi e ai gioielli maschili. Alle notizie storiche e tecniche, l’autrice affianca i suoi generosi consigli su come acquistare, custodire e pulire i gioielli ma anche su come e quando indossarli. In ogni capitolo sono presenti numerosi aneddoti, interessanti e talvolta divertenti, che Patrizia di Carrobio ci racconta per dimostrarci che anelli, collane, bracciali, orecchini, spille non sono solo dei semplici ornamenti dai mille colori e luccichii, ma anche dei mezzi per esprimere il carattere e la personalità di chi li indossa. E che, il più delle volte, essi sono considerati inestimabili perché caricati di un forte valore simbolico e affettivo. Parlare di gioielli, dunque, non significa solo parlare di taglio e caratura, ma anche della vita e della storia delle donne e degli uomini che li possiedono e li portano. Pertanto, questioni pratiche e altre ben più profonde vengono affrontate in questa graziosa guida adatta soprattutto a chi si addentra per la prima volta nel campo dei gioielli: credetemi, dopo aver letto questo libro, avrete voglia di saperne di più in materia. E, forse, vi verrà anche la voglia di fare più spesso un salto in gioielleria.
VOTO: 4.5/5

Patrizia di Carrobio (nella foto a destra), contessa di origini italiane, è nata a Montréal, ma è vissuta tra Bruxelles, Roma, Milano, Londra e New York. In materia di pietre preziose è un’autorità: nel 1980 è stata una delle prime banditrici d’asta da Christie’s, a New York, dove in poco tempo è diventata Head of The Jewelry Department. Attualmente vive a New York e commercia in diamanti, pietre preziose e gioielli vintage dal suo ufficio nel Diamond District. Ha già pubblicato Diamanti. Una guida personale. Il suo sito internet è www.patriziadicarrobio.com

Titolo: Conoscere i gioielli. Come sceglierli e portarli
Autore: Patrizia di Carrobio
Editore: Salani
Anno: 2011

4 commenti:

  1. Già avevo notato questo libro su internet,dovrebbe essere molto interessante unire storia,aneddoti e gossip...grazie per la recensione!
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, Toinette, per la visita. Questo libro è davvero molto interessante e io te lo consiglio vivamente ;-)
      Un caro saluto!

      Elimina
  2. ciao!ho sfogliato un pò il blog(l'ho trovato cercando il simposio)e ho letto alcune recensioni...carino l'aspetto che gli hai dato!però...ho visto dei titoli che mi hanno lasciata un pò stranita... viole,sogno tra i fiori,parola di fata,i giardini incantati,i messaggi segreti dei fiori, fate e creature magiche,amore zucchero e cannella, 101 MODI DI RICONOSCERE IL TUO PRINCIPE AZZURRO... e adesso il manuale dei gioielli...e poi...fiumi e fiumi di avvisi di "premi"e di "prossime letture" (non sono un pò troppi???) O.O ti offendi?ti parlo dell'impressione che dà,ma sembra il blog di una adolescente sognatrice col pallino del primo amore che non arriva mai,una ragazza che più che recensire sfoga la sua frustrazione sentimentale con letture che la facciano evadere da una realtà che non le piace...questa ovviamente è un'impressione.sarò di vedute strette,ma...di decente che si può definire davvero LETTERATURA ho visto solo il simposio,l'elogio della follia e gli aforismi di wilde (forse pochissimi altri)!tutto il resto è degno di stare nelle sale d'aspetto del dentista.... c'è tanta buona lettura al mondo!!leggi Pessoa,leggi Ungaretti,leggi Sanguineti,leggi Eliot...o Neruda,Shakespeare, Zola...o se non ti piacciono i grandi, esistono tanti autori minori e meno conosciuti,mache scrivono libri di tutto rispetto che possono davvero insegnare qualcosa in questa vita bella ma breve.forse prendo la lettura troppo seriamente per i tuoi gusti,ma anche se i gusti sono gusti tuttavia obiettivamente mi sembra uno spreco spendere tempo e attenzione perqueste frivolezze su folletti, giardinaggio e bijotteria.continuando su questa strada ti perderai tanto!!!pensaci!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, mi hanno sempre fatto molta pena le persone arrabbiate col mondo come te che sfogano le proprie frustrazioni utilizzando la rete. Divertirsi a disturbare e offendere persone che neppure si conosce (facendolo vigliaccamente poi, ovvero nascondendosi dietro l'anonimato) è indizio di una vita misera e inutile. Sei tu che, continuando su questa strada, ti perderai le cose belle della vita.
      Inoltre, dubito che tu abbia realmente letto i grandi autori della letteratura che hai citato, altrimenti non saresti la persona arrogante, prepotente e maleducata che sei. La lettura dei grandi classici ammorbidisce l'anima e rende persone migliori, dove per migliori intendo umili, sensibili, colti, eleganti, delicati... tutte virtù che tu, con questo commento al mio blog, dimostri di non possedere affatto.

      P.S. Ti suggerisco di ripassare una buona grammatica italiana perché, al momento, la tua scrittura lascia molto a desiderare (noto che ignori proprio le regole di base dello scrivere correttamente).

      Elimina