mercoledì 26 maggio 2010

L'AMANTE DEL DOGE

Siamo a Venezia, nella seconda metà del Settecento. La giovane Caterina Dolfin, appartenente ad una famiglia di nobili decaduti, ha recentemente perso l'adorato padre che le aveva trasmesso l'amore per la letteratura, la filosofia, le arti. Con la morte del genitore la povertà piomba nella sua casa. La madre, una donna fredda, avida, cruda, la costringe a sposare un uomo che lei detesta. Caterina desidera la spensieratezza, la libertà, l'amore. Ed ecco che una sera partecipa, di nascosto dalla madre, ad una festa nel palazzo di un console inglese. Qui incontra Andrea Tron, potente uomo politico, discendente di una delle più importanti famiglie veneziane, su cui tutti scommettono un futuro da Doge. Tron, sedotto dalla bellezza di Caterina, osa farle un'ardita proposta: abbandonare suo marito per diventare la sua amante. In cambio le offrirà sicurezza economica e libertà di condurre la vita come più le aggrada. Caterina, assetata d’indipendenza e a sua volta affascinata da Andrea, accetta il cinico patto. Diventa così padrona di se stessa; ignora il disprezzo della società e della famiglia che la considerano una poco di buono; sopporta l'odio di Cecilia Zen, innamorata del cognato Andrea Tron, che fa di tutto per separare i due amanti. Caterina ed Andrea col tempo scopriranno di amarsi più di quanto credessero e insieme decideranno, tra non pochi contrasti, di convolare a nozze.

La storia mi ricorda un po' quella di Emma Bovary, di Marguerite Gautier ma anche di Cenerentola. Caterina Dolfin (personaggio realmente esistito, così come tutti gli altri protagonisti del racconto) è una ragazza che si rende conto di quanto sia bella la vita e perciò decide di afferrarla e farla sua, determinata a vivere fino in fondo le emozioni che essa può offrire, incurante delle chiacchiere di una società che bada troppo alle apparenze.

Nonostante mi aspettassi qualcosa di più da un libro con un titolo così intrigante, ritengo che la lettura sia piacevole. Lo stile è scorrevole e i personaggi sono ben delineati. L'autrice è Carla Maria Russo (nella foto a destra), molisana di nascita ma che da sempre vive e lavora fra Milano e la Toscana. Laureata in Lettere Moderne, ha un passato da insegnante di Italiano e Latino nei licei. Ha abbandonato l'insegnamento per dedicarsi alla ricerca storica. Ha pubblicato diversi romanzi. Con L'amante del Doge ci regala una storia destinata a rubare i cuori di romantici sognatori ma anche di chi crede che l'amore e la vita non abbiano limiti.
VOTO: 3/5

Titolo: L'amante del Doge
Autore: Carla Maria Russo
Editore: Piemme (collana Narrativa)
Anno: 2008

Nessun commento:

Posta un commento