venerdì 5 luglio 2013

Premio Strega 2013

Walter Siti trionfa alla 67esima edizione del Premio Strega. Con il suo Resistere non serve a niente (edito da Rizzoli), lo scrittore modenese si aggiudica - ottenendo 165 su 412 voti espressi - il riconoscimento letterario italiano più ambito.

Resistere non serve a niente è la storia di Tommaso, un ex ragazzo obeso, matematico mancato e giocoliere della finanza, che soffre di un complesso di Edipo irrisolto e vive di inconfessabili frequentazioni. Il suo è un mondo dove il dio denaro domina su tutto e l'unico valore da perseguire è il possesso: così il suo ritratto diventa un'indagine delle deformazioni dell'epoca contemporanea.

Walter Siti è nato a Modena il 20 maggio 1947. Formatosi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, ha insegnato nelle Università di Pisa, Cosenza, L'Aquila, e attualmente è in pensione. Ha pubblicato due volumi di critica letteraria, Il realismo dell'avanguardia e Il neorealismo nella poesia italiana; ha pubblicato inoltre su varie riviste italiane e straniere saggi su Montale, Penna, Pierpaolo Pasolini e sulla poesia italiana contemporanea. A partire dagli anni '90 ha cominciato a pubblicare anche romanzi.
Nel 2007 è stato finalista del Premio Bergamo; nel 2009 ha vinto il premio letterario Dedalus.
Dal novembre del 2008 tiene su La Stampa di Torino una rubrica di televisione intitolata La finestra sul niente.
Nel 2012 è nel cast del programma di Italia 1 La Scimmia come preside.

Walter Siti dopo la proclamazione

2 commenti:

  1. Complimenti a Walter Siti anche se non ho mai letto nulla di suo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io, sinceramente. Mi auguro di averne occasione :-)
      Un bacione, Fragola!

      Elimina