lunedì 5 settembre 2011

Premio Campiello 2011

Andrea Molesini con il romanzo Non tutti i bastardi sono di Vienna (edito da Sellerio) ha vinto la 49^ edizione del Premio Campiello, ottenendo 102 voti sui 300 della giuria dei lettori.

Veneziano, docente di Letteratura Italiana Contemporanea all'Università di Padova, Molesini è autore di numerose pubblicazioni destinate all'infanzia e, infatti, nel 1999 si è visto conferire il Premio Andersen alla carriera.

Non tutti i bastardi sono di Vienna è il primo romanzo di Andrea Molesini. L'opera, ambientata durante la prima guerra mondiale, narra dell'occupazione da parte di ufficiali austriaci di Villa Spada, una dimora signorile situata nelle vicinanze del Piave. La storia è raccontata in prima persona da Paolo, un diciassettenne che nell'ultimo anno della Grande Guerra conosce per la prima volta l'amore, l'odio, la gelosia, la vendetta, l'orgoglio, il patriottismo.
Gli eventi narrati sono ispirati a fatti realmente accaduti, tratti da Il diario dell’invasione di Maria Spada, prozia di Molesini.

Andrea Molesini dopo la consegna del premio


Nessun commento:

Posta un commento